E i generali…. muti.

 

Questa volta sarò molto breve, ma tagliente.

Chi opera in Borsa da tempo lo sa che prima o poi la tempesta arriva.

È fisiologico.

Ad ogni ondata di rialzo segue una ondata di ribasso.

E l’esperienza ci ha più volte insegnato che le ondate di ribasso possono essere molto violente.

E se dopo essere già sceso tanto il mercato ti apre pure a -10% è anche questione di culo, diciamocela tutta.

O di sfiga, se sei dalla parte sbagliata.

Ma la sfiga ti può dare solo fastidio.

Oppure sbattere a terra.

Violentemente.

La scelta è la tua.

Quanto spingere sull’acceleratore lo decidi tu.

Poi la frenata sarà più o meno lunga di conseguenza.

E se va male l’impatto sarà più o meno forte di conseguenza.

Non è questione di tecnica in momenti come questi, ma di disciplina, di regole ferree e di rispetto delle stesse.

Ivi incluse le regole della prudenza.

Non ci sono indicatori che possano venire in aiuto.

La componente umorale del mercato è troppo forte, travolge qualsiasi logica matematico/statistica.

Ci sono solo tre cose che possono aiutare in questi casi:

  1. non operare sotto stress emotivo
  2. gestire correttamente il denaro
  3. avere un portafoglio diversificato

Anzi, rettifico, ce n’è una quarta, di gran lunga più importante di qualsiasi altra: potersi fidare delle proprie guide, se si opera con l’aiuto di qualcun altro.

Dove sono i “generali da social network” oggi?

Tutti muti.

Pazzesco…

Un generale non deve mai restare muto.

Un generale non può andare nel panico.

Nel panico ci può andare il soldato semplice.

Ma il generale no.

Un generale deve far sentire la sua voce sempre.

Anche per dire che la situazione è seria e va affrontata con coraggio, calma e intelligenza.

Stamattina ho inviato due messaggi (il primo non era incisivo come desideravo, ho ritenuto importante farne un secondo) sul canale Telegram del Workshop Naked Put Selling.

Poche parole per far arrivare però alcuni concetti fondamentali: sono sul campo, sto monitorando la situazione, combatteremo e ne usciremo.

Anche se non sarà facile.

Ci vorrà tempo, ma intanto costruiremo quei flussi di cassa periodici che sono poi la filosofia portante del metodo.

 

L’ho fatto per una ragione molto semplice.

Ci sono persone che hanno scelto di fidarsi di me.

Io voglio continuare a guadagnarmi quella fiducia.

Non è forse questo che ci si aspetta da un generale?

Dal quartier generale di QuantOptions per ora è tutto.

Domenico Dall’Olio